Journal. Note dal taccuino del viaggiatore.

I racconti di viaggio di abiti dal mondo: tra luoghi, stoffe e vestiti.

Gli occhi del viaggiatore.

Noi di abiti dal mondo il viaggio ce l’abbiamo dentro. Viaggiare è nel nostro DNA. Facciamo parte di quella tribù di persone che, seppur sedute sul divano di casa a guardare la TV, viaggiano.

Perché il viaggio è una condizione, un modo di essere. Non è un qui e ora, non è un moto a luogo.L’ essenza del viaggio è racchiusa negli occhi del viaggiatore. Il viaggiatore osserva senza giudicare. Il viaggiatore si inginocchia e guarda il bambino negli occhi. Il viaggiatore è drogato di diversità. La cerca, non la condanna. La annusa e la vive. Il viaggiatore in viaggio si scioglie nell’altro, lo lascia entrare. Si lascia cambiare. Impara e osserva con meraviglia. Sa che quando il viaggio sarà finito, lui sarà diverso. Sarà il diverso.

Note di taccuino.

Ogni viaggiatore ha il suo percorso. Noi inizieremo un viaggio tra i viaggi. Vi porteremo nei luoghi che abbiamo visto con gli occhi del viaggiatore. Vi coinvolgeremo con il nostro journal: il taccuino del viaggiatore. Non un diario ma spunti di riflessione.

Il nome di qualche ristorante o l’ora migliore per visitare una spiaggia. Ma anche note di colore di usi e costumi interessanti, riflessioni su argomenti più o meno concreti.Gli odori la musica e le senzazioni che ci hanno accompagnato e i nostri incontri.

Le storie.

Crediamo profondamente che dall’accoglienza possa nascere bellezza. I nostri vestiti ne sono la prova. Avremo sempre un occhio di riguardo per i vestiti, le stoffe, gli usi e costumi lontani che amiamo reinterpretare nella nostra bottega.

Se fate parte della nostra tribù anche voi, se un giorno vi siete alzati e siete andati o semplicemente sognate di farlo, benvenuti. Salite a bordo, inizieremo il nostro viaggio tra i viaggi. Presto anche voi, se non lo fate già, guarderete il mondo con gli occhi del viaggiatore.