I pantaloni harem. Origini e idee per indossarli.

Odio o amore. Una cosa è certa: i pantaloni stile harem non lasciano indifferenti. Ma da dove nascono, con  quanti nomi sono conosciuti? Facciamo un passo indietro, di circa 2000 anni. Nei paesi orientali le testimonianze dell’uso di questi pantaloni ampi sono antichissime. Venivano chiamati Dhoti in medio oriente e in principio non si poteva parlare di veri e propri pantaloni ma semplicemente un modo di annodare la tunica. In India Pakistan Bangladesh e Nepal venivano chiamati Pancha, Mardani e Veshti.

Ma la fortuna di questi pantaloni è da attribursi soprattutto alle donne. Infatti si dimostrarono nei secoli perfetti per nascondere le rotondità dei fianchi e le gambe, diventando simbolo di innocenza e modestia, quindi perfetti per la cultura islamica. La linea morbida e indubbiamente comoda non poteva che essere poi un ulteriore vantaggio decretandone la soppravvivenza nei secoli.

Dalla cultura occidentale vennero scoperti nell’ 800 dalla femminista Amelia Bloomer. Amelia, come ogni suffragetta in battaglia nei confronti di corsetti e gonne ingombranti, ne fece un simbolo di libertà e modernità.

Successiva popolarità ottennero nel 1906 grazie allo stilista Francese Paul Poiret, che li declinò in vari modi, tagli e ampiezze.

Pezzo forte della moda Hippie, negli anni 60 erano un must per gli adepti allo yoga e alla vita on the road. Sono ancora vendutissimi in tutti i mercati Hippie che si rispettino, con le ormai classiche fantasie indiane, mandala o cashmir.

La ciclicità della storia è sicuramente un concetto che ben si applica anche alla moda e nel 2000 è Ralph Lauren a riportarli in auge, rigorosamente da indossare con tacchi alti per un look ipersexy alla Carrie di Sex and the city.

E oggi? La versatilità di questi modelli li rende perfetti sia per chi se la sente di osare le versioni più etniche con colori sgargianti sia per chi preferisce la tinta unita, da abbinare in modo sapiente ai tacchi per la sera o a sandali piatti per un look più rilassato da giorno.

Come sempre per idee e consigli su come indossare questo capo iconico vi aspettiamo in Bottega. Basterà poco per farli diventare un capo irrinunciabile della vostra prossima estate.