“Dire Sì” in stile Africano. Tradizioni e ispirazioni made in Africa.

Paese che vai, usanza che trovi. E riferendosi agli usi e costumi legati ai matrimonio non potrebbe essere più vero. Ecco una piccola guida ad alcune delle tradizioni matrimoniali presenti in Africa. Per curiosità ma anche, perché no, per rubare e lasciarsi ispirare da mille affascinanti rituali.

Masai

Iniziamo il nostro excursus da una delle tribù africane più conosciute. Presso i Masai l’essenza stessa del matrimonio è il corteggiamento. Lungo e con fasi ben precise. Il pretendente deve dimostrare l’ammirazione verso la futura moglie attraverso l’offerta di doni, di solito una catena. In seguito deve offrire da bere ai futuri suoceri. Una volta ricevuto il consenso dai genitori della sposa il futuro sposo deve offrire almeno tre mucche e due pecore.

L’idea da rubare: no, non è il caso di portare tre mucche ai vostri futuri suoceri ma mi raccomando non presentatevi a mani vuote la prima volta che li incontrate. L’usanza Masai di offrire qualcosa di forte potrebbe tornarvi utile...

Ndebele

La tribù Ndebele è stanziata prevalentemente in Zinbawe. Presso di loro grande importanza rivestono sia i gioielli che gli abiti,indicazioni precise della casta di appartenenza. Poco prima del matrimonio la madre dello sposo confeziona uno Jacolo, un grembiule di pelle decorato con perline colorate. Questo speciale indumento deve essere indossato da tutte le donne sposate presenti alla cerimonia. Durante il matrimonio lo sposo sarà protagonista di una vera e propria cerimonia mirata ad elogiare la moglie, soffermandosi soprattutto sui bei momenti trascorsi insieme. Nella fase iniziale del matrimonio alla donna è richiesto di indossare anelli di bronzo e rame, detti Idzila, sia alle gambe che al collo, simbolo del legame che la unisce al marito.

L’idea da rubare: bella l’idea di confezionare qualcosa con le proprie mani per tutti o alcuni degli invitati. Tutte le donne o le amiche, i testimoni oppure qualcuno che si vuole ringraziare. Qualcosa di piccolo e unico, come un gioello di bigiotteria realizzato in perline, sarà un ricordo del vostro matrimonio da indossare tutti i giorni. E al di la della fede nuziale, perché non scambiarci segretamente un gioiello con il futuro marito. Qualcosa ricco di significati per entrambi, un modo speciale per proclamare la nostra appartenenza l’uno all’ altro.

Ruanda

Il tipico abito da cerimonia in Ruanda è chiamato Mushanana. Si compone di una gonna e un top o bustier a cui sovrapporre il tipico drappeggio monospalla. Un elemento forte e imprescindibile che in Ruanda si accompagna alla tipica decorazione gioiello da indossare in testa. Non ci sono indicazioni precise sul colore da indossare o la fantasia. Solitamente la sposa e tutte le sue damigelle o amiche sono ben coordinate.

L’idea da rubare: il Mushanana è sicuramente uno statement piece. Una scelta fantastica per un vestito da sposa o per non passare inosservati come invitata. Un’idea senza tempo e tipica di varie culture, dall’antica Roma all’India. Il fascino del monospalla non deluderà. E soprattutto perché non copiare il ferronière (sichiama così il gioiello che adorna la fronte)originale ed elegante.

 

Insomma per dare quel tocco in più al vostro matrimonio o per quel particolare intrigante che vi renderà l’invitata più ammirata date un’occhiata in Bottega. Mille ispirazioni e idee originali per un matrimonio indimenticabile.